Basta sgarbi

(…) Nel mezzo l’assortimento dei femminicidi contro le fidanzate ritrose, le mogli ribelli, le figlie scapestrate. Ad opera dei padri, dei mariti e dei fratelli.
Sul concorrente Canale 5 tirava tutt’altra aria, con un esempio ennesimo della tv scaldata col gossip da riciclo, dove la voce emozionata della D’Urso si scusava con Luxuria per gli insulti di qualche giorno prima a Live non è la d’Urso , che è la stessa zuppa ma di sera. Qui Vittorio Sgarbi aveva inscenato il solito casino che tutti contano rifaccia.
Stavolta contro Luxuria miserella, che si è sentita definire battona subendo la conseguente furia di lui in favore di platea, di fronte a lei che si mostrava offesa e lacrimava. Mentre Canale 5 già spendeva quel pezzo di tv sui social e calcolava il profitto del suo riuso fintanto ch’era ancora fresco. Come è, puntualmente, accaduto quattro giorni appresso. Al tirare delle somme dell’auditel i giovani, dai più piccoli a quelli già maturi, hanno preferito di gran lunga la garanzia del trash di origine Barbara controllata, che essendo giocato sulle sparate e sugli accenti sembra già proiettato ai frammentati click del mondo social. (Stefano Balassone – la Repubblica 26 novembre 2019)
Attenzione, protagonisti sono: una tra le più celebri giornaliste (!?) televisive e del più noto critico d’arte (!?) italiani. “Causa mali est ipse clamabit” (Chi è causa del suo male pianga se stesso.)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.