Giù le mani da Philip Roth

Un paio di biografie sferrano un feroce attacco a Philip Roth. Il “misogino arrabbiato”, lo scrittore fissato con il sesso, il marito che andava a puttane (cinesi), e che ingannò la consorte Claire Bloom. Demolire i monumenti è sempre redditizio; la solita orribile farsa, vederla capitare tante volte non la rende meno ridicola, sciocca e malevola. “Ma davvero pensavano che Amanda Gorman fosse una grande poetessa, e Philip Roth invece un puttaniere di cui cancellare la memoria?”. Questo si chiederanno i posteri, e faremo la figura degli imbecilli.